Usiamo la gentilezza, anche online

Usare la gentilezza online non è per niente scontato. E non è neppure semplice a dire il vero.

Questo perché la gentilezza, nell’immaginario collettivo, si scontra con la necessità di sentirsi affermati e sicuri. Invece è un mezzo molto valido per esprimere la nostra unicità.

In un luogo come il web, virtuale all’apparenza ma con ripercussioni reali sulla nostra vita, dobbiamo stare molto attenti alle parole che scegliamo di utilizzare.

L’aggettivo gentile deriva da gentilis, che in latino significa “appartenente alla gens”, alla stirpe.

Essere gentili con una persona significa quindi trattarla come una di famiglia, prestandole riguardo ed attenzione.

Questo concetto, trasferito sull’online, vuole porre l’accento sull’attenzione che bisogna dare alle relazioni autentiche e ai rapporti umani, molto spesso alterati da quelle che sono le dinamiche del digitale.

In questo articolo vedremo insieme:

  • cos’è la gentilezza e perché essere gentili “fa bene”;
  • gentili si nasce o si diventa?
  • uso della gentilezza nel web.

Che cos’è la gentilezza

La gentilezza è una parte molto profonda di noi, è una predisposizione dell’animo al “prendersi cura”, innanzitutto di se stessi, in secondo luogo degli altri e infine dell’ambiente che ci circonda.

È un atteggiamento che manifestiamo nel rapporto con le altre persone, aprendoci a loro, nessuno escluso, che siano sconosciute oppure no; in realtà però gesti di cortesia, generosità e amicizia fanno bene non soltanto a chi li riceve, ma soprattutto a chi li pratica.

Perché la gentilezza sincera non ha secondi fini, è esercitata con disinteresse e manifestata liberamente senza aspettarsi nulla in cambio.

È composta da azioni piccole e casuali, ma tanto grandi e potenti da poter cambiare il valore delle nostre giornate.

In alcune circostanze viene confusa con la debolezza e definita come un sentimentalismo, ma in realtà è tutto l’opposto.

La gentilezza rende le persone forti, perché per esternarla occorrono una grande sicurezza e forza d’animo.

Usiamo la gentilezza, anche online cuore

Per essere in grado di compiere azioni e pronunciare parole gentili in tutta sincerità, è infatti necessario aver trovato il proprio equilibrio interiore.

Se consideriamo la gentilezza dal punto di vista antropologico, ci rendiamo conto che si tratta di un vero e proprio aggregante sociale, importantissimo per l’evoluzione della specie.

La gentilezza è la catena d’oro con la quale la società viene tenuta insieme – Goethe

Ma affinché un gesto venga ripetuto più volte in maniera spontanea, è necessario che ci sia gratificazione per chi lo compia. E in effetti sembra proprio che essere gentili faccia aumentare i livelli di:

  • ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”;
  • dopamina, il neurotrasmettitore dell’appagamento;
  • serotonina, o altrimenti detto “ormone della felicità”.

La cosa più bella è che mettere in moto tutti questi ormoni e neurotrasmettitori che ci fanno stare bene è soltanto una questione di scelta.

Madre Natura ha messo a nostra disposizione una vastissima e ricca “cassetta degli attrezzi” da utilizzare all’occorrenza per qualsiasi accadimento nel corso della vita. Sono solo le nostre scelte fatte in assoluta libertà a guidarci e a fare la differenza.

Ricordiamo però che, oggi più che mai, è fondamentale un’educazione volta a comportamenti collettivi orientati al raggiungimento del bene comune, che vada oltre la logica del “mi curo il mio bell’orticello, il resto non è un problema che mi riguarda”.

Il concetto di gentilezza comunque, va oltre l’educazione. Essere educati vuol dire ringraziare, sapere quando dare del “lei”, salutare il vicino di casa… Tutto questo fa anche parte dell’essere gentili, ma non è sufficiente se vogliamo fare della gentilezza la nostra peculiarità: occorre che questa sia la principale fonte che ispiri l’impostazione delle relazioni tra noi e le altre persone.

Usiamo la gentilezza, anche online muscolo

Gentili si nasce o si diventa?

La gentilezza, coma abbiamo già detto, è una predisposizione dell’animo a cui si ricollega anche il nostro stato di salute. È risultato infatti, da evidenze scientifiche, che i gesti di altruismo, anche piccoli, diminuiscono i livelli di stress nel nostro organismo.

Una proprietà innata quindi, ma ecco la buona notizia: si può ravvivare e perfezionare grazie alla pratica di attività di disponibilità e cortesia, a prescindere che si parli di vita reale o di relazioni e interazioni on line.

Saper ascoltare

Fermiamoci ad ascoltare, prendiamoci del tempo per capire quello che gli altri hanno da dire. È importante per conoscere meglio le persone, comprendere le loro esigenze e per farle sentire apprezzate. Ricordiamo inoltre, che l’ascolto attivo è alla base della comunicazione efficace.

Proporre soluzioni

Quando ci arriva una richiesta, rispondere e basta non è sufficiente. Ci rende sicuramente educati ma non gentili, abbiamo detto che la gentilezza è un gradino un po’ più su. Proviamo a proporre quella che è la soluzione migliore, a un problema o una richiesta, per il nostro interlocutore.

Tempestività

Compatibilmente con i nostri impegni, se una persona ci cerca o manifesta la necessità di doverci parlare, cerchiamo di non far trascorrere tantissimo tempo. Questo perché può essere interpretato, da parte dell’altra persona, come segnale di scarso interesse e non c’è cosa più brutta del sentirsi ignorati. Anche un cenno in prima battuta, fa sentire la persona considerata.

Mantenere i contatti

Che siano private o professionali, accade spesso che rispetto ai periodi iniziali si tenda a rivolgere meno attenzioni alle relazioni. Ma chi ha avuto fiducia in noi e la merita a sua volta, avrà sicuramente piacere ad essere tenuto in considerazione, anche dopo tempo.

Rispettare gli impegni

Mantenere la parola data ed essere coerenti racconta molto di noi e della nostra correttezza. Al contrario, non mantenere un impegno o cambiare del tutto il nostro atteggiamento destabilizza. Come consiglio, facciamo solo promesse che siamo certi di poter mantenere e comportiamoci con autenticità fin dall’inizio.

Usare una comunicazione coinvolgente

Sappiamo che, soprattutto se parliamo del web, alle parole è affidata la maggior parte della responsabilità della nostra comunicazione. Gentilezza non vuol dire affatto utilizzare termini graziosi, ma dimostrare, con il nostro atteggiamento, di essere davvero interessati a quello che ci viene detto. Un modo abbastanza scontato per farlo può essere quello di rispondere all’interlocutore con una frase che magari possa portare al dialogo o a una conversazione, e non con sintetici monosillabi.

Questi sono soltanto alcuni suggerimenti per far sì che la gentilezza possa diventare un punto di forza ed essere allo stesso tempo un atto di responsabilità.

In particolar modo in ambienti come l’online, dove la poca attenzione, la facilità all’insulto e all’aggressione verbale possono essere contrastati da atti gentili che assumono, in questi casi ancor di più, un valore educativo davvero inestimabile.

Nessun atto di gentilezza, per piccolo che sia, è mai sprecato – Esopo

Usiamo la gentilezza, anche online mani

La gentilezza nel web

Di gentilezza online a dire il vero si è iniziato a parlare da tempo relativamente breve, soltanto dopo aver realizzato che l’aggressività nel web può avere un impatto reale e devastante nella vita delle persone.

Purtroppo, come accennavamo in apertura di questo articolo, gli attuali modelli sociali non favoriscono lo sviluppo della gentilezza, piuttosto incoraggiano la competitività che ha come conseguenze l’ansia e lo stress, a loro volta portatrici di atteggiamenti ostili, scontrosi e negativi.

Fortunatamente, sempre più numerose sono le persone che stanno reagendo a questi schemi e si stanno viceversa attivando per riscoprire e rivalutare la gentilezza e l’utilizzo di parole gentili.

Sempre più numerose anche le iniziative che nascono proprio con l’intento di aumentare la consapevolezza sull’argomento da parte di giovani e adulti, e magari riuscire ad attuare un cambiamento innalzando il livello di gentilezza dell’intera società.

Anche noi di Togethere abbiamo voluto fare la nostra parte, mettendo nero su bianco quelle che sono le nostre “parole consapevoli“, le nostre linee guida che comprendono parole e comportamenti da tenere bene a mente per essere sempre “felici e connessi” onlife.

Vuoi imparare a comunicare in maniera efficace?
Scopri i corsi di Togethere Learning!

CONTATTACI

 

Condividi pure!

Chiamaci

Amministrazione
339 – 4672739

 

Dove Siamo

Contrada Borgesia 15 – 96015 Francofonte (SR)

Seguici su

Scrivici

Newsletter